Page 47 - Orchidea

SEO Version

Orc
h
ide
Orc
h
ide
INFERMIERI
Cantieri
46
46
VALUTAZIONE DEI SERVIZI E SISTEMA QUALITÀ
Valutare: un percorso di crescita aziendale
La predisposizione di processi di verifica, valutazione e controllo dei servizi ha assunto in questi
anni una rilevante importanza, anche in ambito sanitario e socio-sanitario, per la sempre maggiore
necessità che l’ente pubblico ha di erogare servizi che assicurino livelli di prestazioni che
garantiscano una adeguata tutela della persona e della sua salute.
Alla base del sistema che attua rete Orchidea c’è la ricerca di quelle condizioni organizzative in
grado di accrescere e allargare la capacità di domandare e non solamente di “produrre” risposte, in
particolare l’attenzione a rendere protagonisti e capaci di contrattazione gli utenti, creando le
condizioni per l’esercizio della loro capacità di valutazione e scelta.
Il modello è pensato come un sistema dinamico che, attraverso un processo di miglioramento
continuo, si alimenta, cresce, si perfeziona nel tempo mantenendo e/o aggiungendo ciò che è utile
ma anche togliendo ciò che è inutile. Questa scelta nasce anche dalla consapevolezza che tutti gli
standard tendono, con il passare del tempo, a deteriorarsi se non sono sostenuti da azioni di
miglioramento centrate sia sull’obiettivo minimo del mantenimento del valore raggiunto, sia
sull'obiettivo più impegnativo del miglioramento dello standard raggiunto.
Gli strumenti
della valutazione
La prassi di servizi fondati sul lavoro per progetti, sulla centralità dell’utente, sulla
personalizzazione degli interventi, sull’approccio globale ed integrato, necessita di essere
supportata da adeguati strumenti per l’assessment(valutazione) multidimensionale e la
predisposizione dei Progetti Riabilitativi (Area Salute Mentale e Disagio Sociale) e dei Piani
Assistenziali Individualizzati(Area Anziani). Attraverso questi strumenti il gruppo di lavoro
multiprofessionale:
identifica i problemi di ciascun utente\ospite, le sue capacità funzionali, le sue risorse, i suoi
interessi / inclinazioni / aspettative;
definisce i servizi / interventi di cui la persona necessita;
formula un piano individualizzato di interventi commisurati ai bisogni / problemi / risorse
della persona ancora presenti.
L’assessment, il PR e il PAI, pertanto, non sono solo strumenti ma, ancor prima, metodi di lavoro
facilitanti la personalizzazione degli interventi, la non frammentazione, la continuità delle cure,
l’integrazione socio sanitaria.
La Valutazione Multidimensionale richiede gruppi di lavoro interdisciplinari, diversi a seconda della
tipologia di servizioe di utenza. Richiede inoltre appositi strumenti validati di valutazione in grado di
aiutare a considerare/esaminare i bisogni semplici e complessi della persona e, a partire da questi,
stabilire aree ed obiettivi su cui predisporre gli interventi.
Mentre lo strumento principale utilizzato per la valutazione dell’anziano nei nostri servizi è la
SVAMA (Scheda per la Valutazione Multidimensionale dell’Anziano), diversi sono invece gli
strumenti in uso nei servizi dell’area Salute Mentale: I principali, utilizzati in ogni servizio, sono:
la SAFE(Social AdaptiveFuctions Scale), una scala semplice di facile e veloce compilazione che
Retecamere
PROGETTI INTEGRATI PER LO SVILUPPO
Camera di Commercio
Treviso