Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per la propria funzionalità. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy | Chiudi avviso

Homepage / Servizi per l'internazionalizzazione / Documenti per l'estero / Altri documenti per l'Estero (Brasile Algeria Turchia)

Anexo IX: importazione di vini e bevande in Brasile

In vigore Dal 1° novembre 2019 la normativa brasiliana sull'importazione di vini e bevande che prevede l'introduzione di nuovi documenti che devono accompagnare l'importazione di tali prodotti.

Il precedente modello Anexo VIII, contenente sia la certificazione del laboratorio che quella dell'origine, viene sostituito dal nuovo modulo Anexo IX.

I soggetti abilitati ad emettere le certificazioni verso il Brasile sono per l'origine le Camere di commercio (Anexo IX) ed i Laboratori accreditati nell'elenco SISCOLE.

Per il rilascio dell'Anexo IX l'impresa deve presentare alla Camera di Commercio :

  • modello Anexo IX compilato;
  • preliminare richiesta del certificato di origine;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio  firmata dal legale rappresentante dell'impresa + copia documento di identità (scarica la dichiarazione)
  • copia del certificato del laboratorio di analisi accreditato;
  • almeno una copia di fattura di vendita in Italia o in UE del medesimo prodotto.

Attestation de libre commercialisation - Algeria

A decorrere dal 1° gennaio 2018 è entrata in vigore in Algeria una normativa che fa riferimento alle misure sulla sicurezza dei prodotti e riguarda l'importazione di merci estere in Algeria assoggettate a domiciliazione bancaria.

Il Ministro del Commercio algerino ha stabilito, infatti, che la richiesta di domiciliazione bancaria dovrà, tra l’altro, essere accompagnata da un certificato di libera circolazione del prodotto nel paese di origine o di provenienza.

Per far fronte alle richieste delle banche algerine è stato predisposto da Unioncamere Italia un'attestazione contenente le informazioni necessarie ai soggetti algerini interessati (clienti e banche) e sulla quale la Camera di Commercio apporrà il visto conformità di firma.

Per richiedere l'attestato con il visto camerale è necessario:

  • compilare il modello in francese , in carta libera, firmato in originale dal legale rappresentante; 
  • compilare la proposta istanza  per il rilascio del visto camerale, su carta intestata dell’impresa e firmata in originale dal legale rappresentante; 
  • se possedute, allegare le certificazioni di conformità indicate nella proposta istanza. È possibile scrivere nell’istanza stessa che la documentazione è depositata presso la sede legale dell’azienda.

La proposta istanza e l’attestation de libre vente compilate e firmate possono essere trasmesse con Cert’ò.

Exporter Registry Form per la Turchia

Dal 1° febbraio 2009, l’esportazione di alcuni prodotti tessili  e di confezionamento  dev’essere accompagnata dall’Exporter Registry Form,  che gli esportatori di questi prodotti verso la Turchia devono fornire al proprio importatore, vistato dalla propria Camera di commercio e successivamente legalizzato per la validità in Turchia. che dovrà essere firmato in originale dal legale rappresentante.

Il documento deve poi essere presentato, assieme ad una copia di un documento di identità valido del firmatario alla Camera di commercio per il visto.

L’Exporte Registry Form può essere trasmesso con Cert’ò

Successivamente, per essere validato per la Turchia dovrà presentato in originale alla Prefettura locale per l'apposizione dell'Apostille o, in alternativa, agli uffici consolari turchi abilitati

Costi

Anexo
Titolo Prezzo cartaceo Prezzo floppy / Telemaco IVA Altre informazioni Note

« i sistemi di pagamento della Camera di Commercio di Treviso-Belluno »

Anexo IX: importazione di vini e bevande in Brasile € 3,00 - - Qualora sia richiesto anche un visto camerale sul certificato di analisi emesso dal laboratorio, la Camera apporrà un visto per deposito ( COSTO: euro 3,00) La normativa brasiliana prevede, inoltre, un ulteriore documento: l'Anexo XI (Modello di prova ufficiale di tipicità e regionalità delle bevande bevande alcoliche, vini e derivati dell'uva da vino per l'importazione in Brasile). Il rilascio di tale documento  non compete, però, agli Uffici estero camerali, ma ad organismi di controllo autorizzati dal MIPAAF.

 

Attestazione
Titolo Prezzo cartaceo Prezzo floppy / Telemaco IVA Altre informazioni Note

« i sistemi di pagamento della Camera di Commercio di Treviso-Belluno »

Attestation de libre commercialisation - Algeria € 3,00

 

Registry
Titolo Prezzo cartaceo Prezzo floppy / Telemaco IVA Altre informazioni Note

« i sistemi di pagamento della Camera di Commercio di Treviso-Belluno »

Exporter Registry Form € 3,00

Verifica le info su servizi, orari, iniziative nella sezione dedicata Emergenza Covid-19

Per informazioni:

Servizi Certificativi estero

Sede di Treviso
Piazza Borsa, 3/B - 31100 Treviso,
Tel. 0422 595210-263-211-244-365 (servizio telefonico attivo dalle 11 alle 12, dal lunedì al venerdì) - Fax 0422 595595
e-mail: estero@tb.camcom.it
PEC: cciaa@pec.tb.camcom.it (riceve solo da altre PEC)

Orario
mattino: 9.00 - 12.30 dal lunedì al venerdì


Capo Settore: Andrea Manganiello
Capo Ufficio: Giuseppe Fonte Basso

Servizi Certificativi estero

Sede di Belluno
Piazza S. Stefano 15/17 - 32100 Belluno, 2° piano
Tel. 0437 955136 - 138 - Fax 0437 955250
e-mail: estero.belluno@tb.camcom.it

Orario
mattino: 9.00 - 12.30 dal lunedì al venerdì


Capo Settore: Andrea Manganiello
Capo Ufficio: Giuseppe Fonte Basso