Homepage / Bollettini ingannevoli

Attenzione a telefonate, contatti e bollettini sospetti: avviso del Garante su messaggi ingannevoli

Avviso importante

Sono stati segnalati casi di telefonate e/o contatti sospetti, attraverso i quali, utilizzando denominazioni facilmente confondibili con quelle della Camera di Commercio, sono state proposte:

  • azioni di sostegno per il pagamento di bollette alle aziende in difficoltà (ad esempio con richiesta di trasmissione via fax delle ultime bollette pagate per energia, gas, ecc.);
  • servizi quali iscrizioni ad elenchi e/o di consulenza (ad esempio con richieste di denaro per l'assegnazione di fondi europei da parte di non meglio identificati studi di consulenza comunitaria);
  • richieste di informazioni anche riservate (es. coordinate bancarie);
  • telefonate che annunciano falsi rimborsi al diritto annuale versato sulla base di un non meglio precisato "incarico della Camera di Commercio";
  • bollettini di conto corrente con diciture ingannevoli, che possono far pensare ad un pagamento obbligatorio richiesto dall'Ente camerale (es: registrazioni in elenchi o pagamento di presunte "tasse di registrazione" ai titolari di brevetti e marchi);
  • proposte di vendita di pubblicazioni: gli studi, le ricerche, i prezzari, le raccolte degli usi non sono oggetto di offerte telefoniche o di contatti diretti in azienda ma sono eventualmente scaricabili dal nostro sito internet o in distribuzione presso i nostri uffici.
Si invita a prestare particolare attenzione e a diffidare di tali offerte e richieste di pagamento!
Si tratta spesso di contatti, proposte commerciali o di "pubblicità" estranee all'Ente camerale.
Se la telefonata o il bollettino vi sembrano "sospetti" non esitate a contattare direttamente la Camera di Commercio
.

I casi segnalati

Torna ad inizio pagina

Provvedimenti dell'Autorità Antitrust (AGCM)

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha segnalato come ingannevoli:

La comunicazione ingannevole può rappresentare motivo di invalidità del contratto, i destinatari delle richieste di pagamento possono presentare formale querela alle Autorità giudiziarie competenti.

Torna ad inizio pagina

Vademecum anti-inganni "IO NON CI CASCO"

Contro i bollettini e i moduli ingannevoli

Vademecum L'AGCM ha messo a disposizione delle imprese un piccolo ma preziosissimo Vademecum dal titolo "IO NON CI CASCO! Bollettini e moduli ingannevoli. Vademecum anti-inganni dell'Autorità Antitrust contro le indebite richieste di pagamento alle aziende".
Questo vademecum è stato concepito come uno strumento divulgativo a favore delle imprese, affinché esse siano adeguatamente informate e dunque in grado di proteggersi da ricorrenti raggiri commerciali posti in essere ai loro danni, attraverso l'invio di bollettini e richieste di pagamento ingannevoli.

Per scaricare il vademecum clicca qui.

 

Torna ad inizio pagina

Diritto di recesso

Ai sensi dell'art. 52 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 (Codice del consumo) il consumatore dispone di un periodo di quattordici giorni per recedere da un contratto a distanza o negoziato fuori dei locali commerciali senza dover fornire alcuna motivazione e senza dover sostenere costi.

Pertanto è possibile esercitare questo diritto, nel termine sopra indicato:

  1. utilizzando il modulo tipo di recesso proposto dal legislatore, oppure
  2. presentando una qualsiasi altra dichiarazione esplicita della decisione di recedere dal contratto

E' consigliabile inviare la lettera tramite raccomandata a/r, per poterne dimostrare l'invio e la ricezione.

Il professionista, informato della decisione del consumatore di recedere dal contratto, è tenuto a rimborsare entro 14 giorni tutti i pagamenti ricevuti (utilizzando lo stesso mezzo di pagamento, salvo diversa indicazione).

Nel sito www.normattiva.it è possibile consultare il Codice del Consumo: tra gli allegati, e precisamente all'allegato 1, è disponibile il modulo B "Modulo di recesso tipo".

Torna ad inizio pagina

Contatti: segnalaci il tuo caso

La Camera di Commercio opera normalmente attraverso i propri uffici, che, in quanto tali, procedono con tutte le cautele di legge (identificazione precisa dei responsabili e dei recapiti, comunicazioni ufficiali scritte e preventive, etc.).
Nei casi in cui l'Ente si avvalga - sempre per lo svolgimento di funzioni istituzionali (ad es. indagini di customer satisfaction; elaborazioni di studi, ricerche) - di soggetti esterni, le aziende da contattare vengono sempre preavvisate con lettera in carta intestata ufficiale ed a firma del Segretario Generale, con l'indicazione di tutti gli elementi identificativi sia di coloro che eseguiranno le indagini che dei responsabili degli uffici camerali con relativi numeri di telefono, ai quali rivolgersi per chiarimenti e conferme.

Qualsiasi comportamento diverso da questo, deve destare la massima allerta.
Prima di effettuare qualsiasi pagamento verificare attentamente le clausole contrattuali proposte.
Ricordiamo che la visibilità delle imprese, iscritte in Camera di Commercio, viene garantita attraverso la pubblicazione gratuita attraverso il portale nazionale www.registroimprese.it .

Nel dubbio, quindi, è opportuno astenersi dal fornire informazioni, verificando prima la correttezza delle telefonate ricevute:

  • telefonando all'

    Errore di run-time di Microsoft VBScript error '800a000d'

    Tipo non corrispondente: 'ufficio'

    /docs/Telefonate_ContiCorrenti.html, line 140