Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per la propria funzionalità. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy | Chiudi avviso

Home Page / NEWS

Assegno temporaneo per i figli minori: sostegno immediato alle famiglie e ai lavoratori autonomi

Per le domande presentate all'INPS entro il 30 settembre l'assegno sarà riconosciuto per intero. Termine ultimo presentazione domande: 31 dicembre 2021

Bandi e concorsi

Che cos'è l'Assegno Temporaneo per i Figli Minori (D. L.. N. 79/2021)

Il decreto-legge 8 giugno 2021 n. 79 ha introdotto per il periodo dal 1° luglio al 31 dicembre 2021 una prestazione transitoria denominata “Assegno temporaneo per i figli minori”. Il provvedimento, approvato alla Camera ed al Senato con la piena adesione di tutte le rappresentanze parlamentari, è stato promosso per diversi anni nell'ambito della società civile dal Forum delle Associazioni Familiari tramite convegni, incontri di studio ed approfondimento, incontri per facilitare una sintesi tra le diverse forze politiche.
Nella Marca Trevigiana, oltre 500 persone tra imprenditori, amministratori locali, accademici, sportivi e persone comuni hanno partecipato a #cimettolafaccia, campagna social di sensibilizzazione promossa dal Centro della Famiglia di Treviso.

A chi si rivolge

La misura si rivolge a tutti coloro che hanno uno o più requisiti per godere dell'ANF (Assegno Nucleo Familiare), compresi lavoratori autonomi, disoccupati, coltivatori diretti, coloni e mezzadri, titolari di pensione da lavoro autonomo.

Le finalità della misura in vista dell'attuazione dell'Assegno Unico Universale

L'Assegno Temporaneo è una misura temporanea con scadenza al 31 dicembre 2021, introdotta, come da previsione dal DL 79/2021, in vista dell'attuazione dell'Assegno Unico Universale. L'Assegno Unico Universale non è una misura di lotta alla povertà, ma uno strumento che riconosce la centralità strategica del figlio come bene comune di cui, ai genitori, è affidato il diritto e dovere di educazione e cura. Uno strumento, dunque, di supporto alla natalità e semplificazione normativa, nonché una misura universale destinata anche alle categorie ora escluse dagli ANF.
 
La finalità è quella di sostenere la genitorialità e la funzione sociale ed educativa delle famiglie, contrastare la denatalità e favorire la conciliazione della vita familiare con il lavoro, in particolare quello femminile.
 

Ulteriori informazioni sono disponibili nella relativa scheda.

*** (Notizia pubblicata il 15/09/2021) ***

Vuoi essere sempre informato sulle ultime novità della Camera di Commercio?

»   Iscriviti alla Newsletter!

Verifica le info su servizi, orari, iniziative nella sezione dedicata Emergenza Covid-19