Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per la propria funzionalità. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy | Chiudi avviso

Home Page / eventi, concorsi e bandi / Formazione e corsi / LA DIGITALIZZAZIONE: INTERNET DELLE COSE NELL'INDUSTRIA E NELLA VITA QUOTIDIANA. COSA CI ATTENDE?
Alcune possibili declinazioni esplorate con il Forecasting Tecnologico

LA DIGITALIZZAZIONE: INTERNET DELLE COSE NELL'INDUSTRIA E NELLA VITA QUOTIDIANA. COSA CI ATTENDE?
Alcune possibili declinazioni esplorate con il Forecasting Tecnologico

I Laboratori per il cambiamento - Edizione 2016

18 febbraio, 4-9-18 marzo e 8 aprile 2016

Aula Informatica di t²i - trasferimento tecnologico e innovazione, Lancenigo di Villorba (TV)

*****

Le tecnologie di interconnessione degli oggetti a supporto della programmazione industriale, oppure che introducono innovazioni nei modelli di consumo in specifici segmenti di mercato, sono oggi il tema dei temi per chi fa impresa. In molti si domandano quali potranno essere, nel prossimo futuro, i possibili sviluppi.

Attorno a questi temi, la Camera di Commercio di Treviso - in collaborazione con la Fondazione Politecnico di Milano e con il supporto operativo di t²i - trasferimento tecnologico e innovazione di Lancenigo di Villorba (TV), lancia un Laboratorio di Forecasting Tecnologico, rivolto ad imprese manifatturiere e terziarie.

Si eviteranno facili e generiche soluzioni su cosa ci riserverà il futuro. Il Laboratorio mira piuttosto a consegnare alle imprese un metodo di lavoro: per metterle in condizione di sviluppare proprie capacità previsionali a supporto delle decisioni che dovranno affrontare su specifici ambiti. Questo obiettivo viene perseguito per gradi, nel modo seguente:

  • Workshop introduttivo: presentazione del Laboratorio, valenza strategica del Forecasting Tecnologico, esempi di applicazione in diversi ambiti industriali. Nel corso del workshop si introdurrà il tema "Digitalizzazione", aprendo un confronto con le imprese partecipanti per selezionare il focus di sperimentazione dell'approccio di Forecasting:
    1. Industry 4.0: quali possibili sviluppi nelle tecnologie abilitanti l'integrazione fra macchinari, programmazione dei processi industriali e big data?
    2. IoT nella Home Automation: quali possibili sviluppi nelle tecnologie di interconnessione (casa-servizi) a supporto dei bisogni della popolazione anziana, in un contesto di città diffusa?
    (vedi la pagina dedicata, per info e iscrizione on line)
  • Laboratorio formativo sulle metodologie e gli strumenti di Forecasting Tecnologico. Si svilupperà in quattro giornate d'aula full time per un massimo di 12 imprese (il numero limitato è funzionale alla modalità di svolgimento della formazione, come poi del progetto pilota)
  • Progetto pilota per la sperimentazione pratica dei metodi e degli strumenti di Forecasting Tecnologico sul focus tematico individuato dalle imprese
  • Convegno finale di presentazione dei risultati del progetto pilota

In considerazione del prossimo accorpamento tra Camera di Commercio di Treviso e di Belluno, il percorso laboratoriale si rivolge ad imprese di entrambe le province.

Qualche idea in più sull'approccio di Forecasting Tecnologico

Il Forecasting Tecnologico è un approccio che permette alle imprese di delineare, rispetto ad un determinato segmento di mercato, un quadro delle possibilità evolutive di una certa tecnologia abilitante, o di un certo prodotto.

L'approccio proposto in questo laboratorio deriva direttamente dal progetto europeo FORMAT (www.format-project.eu) coordinato dal Politecnico di Milano e coniuga tecniche di tipo qualitativo e quantitativo che permettono di integrare le capacità previsionali intuitive proprie degli esperti di un certo settore, con modelli evolutivi collaudati mediante i quali superare inerzie mentali e preconcetti. Viene privilegiata una scomposizione analitica delle funzioni di prodotti e processi tecnologici, supportata da procedure strutturate e modelli ripetibili: le imprese così sono messe nella condizione di imparare a prefigurare l'evoluzione possibile del sistema tecnico di loro interesse, identificando fattori driver, barriere, risorse limitanti, opportunità.

Così inteso, il Forecasting Tecnologico diventa un fondamentale strumento di lavoro, a supporto delle decisioni strategiche aziendali. Inoltre, può fornire utili indicazioni per i percorsi di ricerca applicata che poi possono essere attivati nel territorio nella collaborazione tra imprese, università e centri di ricerca.

La Camera di Commercio di Treviso ha già sperimentato questo approccio nel 2014, con due gruppi di imprese, in rete fra loro. Oggetto del Forecasting sono stati due segmenti ben focalizzati: gli interni d'auto e i forni domestici.
Qui gli esiti di tale percorso: www.tv.camcom.gov.it/CCIAA_news.asp?cod=1100.

Programma di dettaglio
GiornateContenuti
18 febbraio 2016
(ore 10.30-13)
Workshop introduttivo
IL FORECASTING TECNOLOGICO:
a) obiettivi, approcci e metodi a supporto delle strategie d'innovazione
b) sperimentare il Forecasting su specifici ambiti di "Industry 4.0" e "Home Automation"

vedi la pagina dedicata, per info e iscrizione on line
4 marzo 2016
(ore 9-18)
I giornata d'aula - I PRINCIPALI METODI DI PREVISIONE TECNOLOGICA
Metodi basati sulle conoscenze tacite di esperti multi-disciplinari. Metodi per l'estrapolazione di trend. Modello di crescita logistica e modello di sostituzione logistica. Strumenti software gratuiti per l'estrapolazione di trend.
9 marzo 2016
(ore 9-18)
II giornata d'aula - IL TRIZ APPLICATO AL FORECASTING TECNOLOGICO
Metodi basati sulle Leggi TRIZ di Evoluzione dei Sistemi Tecnici. Modellazione degli elementi base di un sistema tecnico. Directed Evolution, alberi evolutivi e rete di trend evolutivi.
18 marzo 2016
(ore 9-18)
III giornata d'aula - LA METODOLOGIA FORMAT (1/2)
Modello stage-gate per il Forecasting Tecnologico. Metodi e strumenti per gestire un progetto di Forecasting Tecnologico:
a. FORmulazione del progetto
b. Modellazione di un sistema tecnico e identificazione di fattori-driver e barriere
8 aprile 2016
(ore 9-18)
IV giornata d'aula - LA METODOLOGIA FORMAT (1/2)
a. Anticipazione di scenari evolutivi: previsione di problemi mediante reti di contraddizioni; costruzione di scenari mediante modelli evolutivi qualitativi; selezione delle fonti di dati e informazioni, ed estrapolazione di trend quantitativi; validazione degli scenari evolutivi
b. Trasferimento delle informazioni rilevanti ai decision-maker per supporto alle decisioni strategiche
Aprile - Giugno 2016 Progetto Pilota
Sotto la guida di un facilitatore del Centro di Competenza si metteranno in pratica i metodi e gli strumenti di Forecasting Tecnologico con riferimento al tema individuato ad inizio percorso. Il progetto sarà articolato in due mezze giornate in presenza (una all'inizio e una alla fine) e in 6-8 mezze giornate di formazione a distanza. Per ottimizzare i momenti di web meeting sarà chiesto alle imprese di incontrarsi in 2-3 punti di contatto al massimo.

Singole aziende interessate a contestualizzare i risultati del Progetto Pilota, con riferimento al proprio settore/mercato, potranno richiedere appuntamenti face-to-face con gli esperti, nei limiti della loro presenza sul territorio.
Giugno 2016 Convegno conclusivo di presentazione dei risultati del progetto pilota
La prima parte sarà più specialistica, dedicata a condividere i risultati del Progetto Pilota fra tutte le aziende partecipanti al Laboratorio; la seconda parte ha invece come obiettivo un confronto più ampio con il territorio sui risultati complessivi del percorso.

NOTE ORGANIZZATIVE

Destinatari:
Imprenditori e manager di imprese manifatturiere e dei servizi preferibilmente con sede nelle province di Treviso o Belluno

Modalità di partecipazione:

  • al WORKSHOP INTRODUTTIVO:
    Il workshop introduttivo del 18 febbraio 2016 è gratuito.
    ISCRIZIONI CHIUSE
  • al LABORATORIO
    Il laboratorio completo è a pagamento, aperto ad un numero max di 12 aziende
    ISCRIZIONI CHIUSE

Termine per le adesioni

  • WORKSHOP: 12 febbraio 2016
  • LABORATORIO: 26 febbraio 2016

Quota di iscrizione
Solo Laboratorio: € 500,00 + IVA = euro; 610,00
Laboratorio + Progetto Pilota: euro; 800,00 + IVA = euro; 976,00
Il pagamento di una quota di iscrizione consente ad ogni azienda di partecipare con 2 persone sia al laboratorio che al progetto pilota

Modalità e termini di pagamento
Il versamento della quota di iscrizione va effettuato a mezzo bonifico bancario solo dopo che la segreteria organizzativa ha comunicato l'effettivo avvio del Laboratorio (raggiungimento di almeno 8 aziende iscritte) e dato conferma della disponibilità del posto.
Il bonifico va intestato a CAMERA DI COMMERCIO DI TREVISO, Cassa di Risparmio del Veneto, filiale di corso Garibaldi 22/26 - 35122 Padova, IBAN IT83 N062 2512 1861 0000 0046 996, BIC IBSPIT2P, Causale: LC2016.

Sede
t²i - trasferimento tecnologico e innovazione
c/o Centro Cristallo
Via Roma 4 - Lancenigo di Villorba (TV)

Segreteria Organizzativa
Camera di Commercio di Treviso
Area Studi, Statistica e Prezzi
Piazza Borsa, 3 - 31100 - Treviso
tel. 0422 595239-209
e-mail: studi@tv.camcom.it

|